NEWS > News

Start-up innovative: circolare 16/E dell’11 giugno 2014. - 20/06/2014

Con la circolare l’Agenzia delle Entrate richiama le disposizioni in tema di start-up innovative, fornendo una panoramica delle moltissime agevolazioni previste.
Uno dei più importanti benefici riconosciuti alle start-up innovative si concretizza nella non applicazione della disciplina delle società non operative (articolo 30, Legge 724/1994).
Ciò significa, che, per tutto il periodo in cui la società è start-up innovativa non è tenuta a effettuare il test di operatività e delle perdite sistematiche.
Altre agevolazioni di carattere fiscale e contributivo sono volte a incentivare e fidelizzare i lavoratori dipendenti, i collaboratori e gli amministratori delle start-up innovative e degli incubatori certificati: la norma stabilisce infatti l’irrilevanza fiscale e contributiva degli strumenti finanziari ad essi assegnati ai fini della determinazione del reddito di lavoro dipendente e assimilato.
Gli incentivi sono volti altresì a favorire l’acquisizione di opere o servizi qualificati da parte delle start-up innovative (inclusi i diritti di Proprietà Industriale – marchi, brevetti, design ecc…). Per ulteriori informazioni si rimanda alla circolare in oggetto.

Condividi questa pagina

Copyright © Barzanò & Zanardo 2013 | Credits | P.Iva 01347741009 | P.Iva 01347751008 | Privacy | Legal Notice | E-mail Disclaimer | Insurance