NEWS > News

Credito d’imposta Ricerca & Sviluppo riconosciuto in automatico. Legge di Stabilità 2015 - 06/02/2015

Premessa – Per l’ottenimento del credito d’imposta reintrodotto dalla Legge di Stabilità 2015 non sono previste istanze telematiche né tetti di spesa, ma la concessione del credito d’imposta in questione sarà monitorato dal Ministero per assicurare il rispetto dei vincoli di bilancio.
In sostanza, la nuova formulazione dell’articolo 3 del D.L. 145/2013, rispetto alla versione originaria, non prevede la presentazione di un’istanza telematica da parte delle imprese per fruire del contributo. Questo verrà concesso in automatico.

Periodi agevolabili - Per quanto riguarda i periodi agevolabili come la Legge di Stabilità 2015 dispone che il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo si applichi “a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2019 […]”.  

Utilizzo credito d’imposta – Il credito d’imposta per le attività di R&S va indicato nel modello UNICO relativo al periodo d’imposta nel corso del quale lo stesso è maturato; non concorre alla formazione del reddito né della base imponibile IRAP, non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi ex artt. 61 e 109 TUIR, ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione mediante il modello F24, ai sensi dell'articolo 17 del D.Lgs. 241/97. 

Condividi questa pagina

Copyright © Barzanò & Zanardo 2013 | Credits | P.Iva 01347741009 | P.Iva 01347751008 | Privacy | Legal Notice | E-mail Disclaimer | Insurance