Licenze e Trasferimento Tecnologie

Brevetti e Marchi possono essere liberamente dati in licenza sia totale che parziale ovvero solo in concessione per singole parti di territorio, ma a condizione che da tale trasferimento non ne derivi confusione per il pubblico dei consumatori.

La(e) registrazione(i) per i marchi in licenza sono soggette a decadenza se il licenziante non esercita un controllo sulla qualità e sull'uso (incluso il controllo sui materiali d'imballaggio e relative etichette).

Le licenze che producono effetti giuridici nella Comunità Europea sono soggette alla normativa comunitaria sulla concorrenza. Tale normativa è applicabile anche nella fattispecie in cui nessuna delle parti contraenti abbia la nazionalità di un Paese Membro. Inoltre, vi è da aggiungere che seppur con qualche peculiarità la normativa è applicabile anche agli accordi di Franchising.

Le licenze sul trasferimento di tecnologie in Europa sono regolate dal Regolamento della Commissione Europea sul Trasferimento di Tecnologia. Tale regolamento consente ad alcune clausole contrattuali in materia, delle eccezioni agli articoli 81 e 82 del Trattato (così modificati dal Trattato di Amsterdam), i quali vietano rispettivamente gli accordi anticoncorrenziali tra imprese e l'abuso di posizione dominante sul mercato (Regole Applicabili alle Imprese, Sezione Prima del Trattato di Roma - Consolidato).

Ne deriva che gli accordi di licenza dovranno rispettare sia la normativa del Paese di stipula del contratto che quella Comunitaria, la quale ha valore di legge costituzionale negli ordinamenti nazionali dei Paesi Membri, quindi non modificabile dagli organi legislativi se non attraverso le dovute procedure.

Condividi questa pagina

Copyright © Barzanò & Zanardo 2013 | Credits | P.Iva 01347741009 | P.Iva 01347751008 | Privacy | Legal Notice | E-mail Disclaimer | Insurance