Italiani > Invenzioni

I Brevetti Nazionali Italiani sono depositati secondo la normativa stabilita dal codice della proprietà industriale (dec. l.vo n.30/2005), successivamente modificata in varie occasioni, per essere armonizzata con tutti i successivi sviluppi legislativi nazionali e internazionali. I criteri di brevettabilità sono esposti nell'Art. 45, a norma del quale possono formare oggetto di brevetto tutte le nuove invenzioni che implicano una attività inventiva e sono atte ad avere una applicazione industriale.

Ai sensi di questa definizione, non sono considerate come invenzioni, in particolare:

a) le scoperte, le teorie scientifiche ed i metodi matematici;
b) i piani, i principi ed i metodi per lo svolgimento di attività intellettuali, per gioco o per attività commerciali ed i programmi per elaboratori;
c) la presentazione di informazioni, nella misura in cui l'invenzione concerna scoperte, teorie, principi, metodi e programmi considerati in quanto tali.

Non sono considerati come invenzioni i metodi per il trattamento chirurgico o terapeutico del corpo umano o animale ed i metodi diagnostici applicati al corpo umano o animale.

Questa disposizione non si applica ai prodotti, alle sostanze o alle miscele di sostanze per la esecuzione di uno qualsiasi di detti metodi.

Condividi questa pagina

Copyright © Barzanò & Zanardo 2013 | Credits | P.Iva 01347741009 | P.Iva 01347751008 | Privacy | Legal Notice | E-mail Disclaimer | Insurance